MyLifeTV Corsi Online Corsi Live Store Blog Recensioni

Il “dialogo interno” come sesto senso nella PNL - Jeremy Lazarus

11/02/2016

Sapevi che esistono quattro lingue all’interno di qualsiasi idioma, compreso l’italiano? In questo capitolo ti mostrerò come imparare a parlarle, il che significa che ti darà una capacità di comunicazione idonea con chiunque io mi interfacci, nel modo preferito dai tuoi interlocutori. Questo capitolo ti aiuterà a prendere confidenza con i “sistemi rappresentazionali” (visivo, uditivo, cinestesico, olfattivo e gustativo) e a usare il linguaggio in modo da instaurare una qualsiasi comunicazione con le persone nel modo da loro preferito.

PERCHÉ È IMPORTANTE FARLO? Se siamo consapevoli dell’importanza dei nostri sensi possiamo diventare comunicatori migliori, vedere le cose allo stesso modo di altre persone e stare sulla loro stessa lunghezza d’onda, migliorare le doti che già possediamo e impararne di nuove, insegnare o presentare le informazioni in modo più appetibile per chi ci ascolta, migliorare le abilità di consulenza e di problem solving al lavoro. A tal proposito è utile posizionare un nuovo mattoncino nella nostra costruzione: i nostri sensi.

COME RACCOGLIAMO ED ELABORIAMO LE INFORMAZIONI. Ricorderai dal modello di comunicazione che usiamo i nostri cinque sensi per assimilare gli eventi esterni, i quali poi vengono rielaborati internamente. Questi sensi sono: • vista (facoltà visiva) • udito (facoltà uditiva) • tatto e sensibilità (facoltà cinestesica) • odorato (facoltà olfattiva) • gusto (facoltà gustativa) In PNL i sensi vengono chiamati sistemi rappresentazionali. Esiste, oltre a essi, anche un altro fattore, che in PNL viene chiamato “dialogo interno”: si tratta del nostro dialogo interiore, del commento a tutto ciò che vediamo, sentiamo, tocchiamo, gustiamo e odoriamo.

Tratto dal libro “PNL per tutti” di Jeremy Lazarus. Per ulteriori informazioni clicca qui

Cosa ne pensi? Scrivilo qui, grazie

L'indirizzo email non verrà pubblicato

Cosa ne penso



Categorie