MyLifeTV Corsi Online Corsi Live Store Blog Recensioni

Fai accadere la felicità - Larry Winget

27/01/2016

Quando qualcosa non va nella tua vita e ti chiedi come poter affrontare questo momento difficile. Il primo passo è: smettila di lamentarti! Quante persone attorno a te non fanno altro che lamentarsi di qualcosa che non va e tu stesso cadi facilmente nella lamentela, nel sentirti vittima di un sistema, di qualcuno, qualcosa...

Veramente pochi di noi sono disposti a prendersi la responsabilità di ciò che sta accadendo nella propria vita e ci viene naturale incolpare qualcosa o qualcuno al di fuori di noi.

Ricorda che siamo persone e le cose accadono alle persone. Le cose che ti capitano sono ciò che rendono la vita interessante. Sia quelle buone, sia quelle cattive. A volte la vita può essere complicata e difficile. Le cose brutte accadono. Queste cose non dipendono da te. Ma la tua reazione a questi eventi, invece sì. Non è la vita che ti accade; tu accadi alla vita. Celebra questo. È ciò che ci rende umani. E interessanti. E capaci di affrontare tutto ciò che accade. Bisogna affrontare i problemi, sopportare e agire nel migliore dei modi. Ma qualunque cosa tu faccia, non lamentartene.

Lamentarsi non porta benefici alla tua vita, ma prolunga il problema. Se ti focalizzi su ciò che manca, su ciò che non va, la tua energia creatrice si disperderà e non ci sarà spazio per niente di buono. Non puoi concentrarti sulla soluzione quando ti stai lamentando del problema.

Domandati: lamentarti ti rende più felice? Ti fa sorridere?

Il primo passo per migliorare la tua vita è avere un piano, un progetto, capire ciò che vuoi. Quando hai una direzione e sei concentrato su una soluzione, ti senti eccitato, pieno di gioia e di energia. È così che la tua vita avanza verso una via di benessere e salute.

Ricorda che tu hai il controllo. Non aspettare. Non lamentarti. Agisci!

Tratto dal libro: "STA’ ZITTO, SMETTILA DI LAMENTARTI E DATTI UNA MOSSA. Un approccio fuori dal comune per avere una vita migliore" di Larry Winget. Per ulteriori informazioni clicca qui

Cosa ne pensi? Scrivilo qui, grazie

L'indirizzo email non verrà pubblicato

Cosa ne penso



Categorie