Corsi Live Corsi Online Store WebTV Blog Recensioni

Puoi compiere scelte attive e quotidiane per migliorare la tua vita - Elisa Averna

17/12/2015

L’alimentazione è uno dei fattori che condizionano il nostro stato di salute e benessere.

Uno stato di salute precario, minacciato da continue scelte alimentari sbagliate, genera una condizione di malessere generalizzato che coinvolge ogni aspetto della nostra vita, impedendo di vivere un'esistenza piena e felice. Migliorare la propria vita vuol dire porre la giusta attenzione a come ci alimentiamo, scegliere con cura e coscienza il nutrimento migliore alle nostre cellule per un corpo forte e in salute.

Importante è la salvaguardia dei livelli di energia, che si mantengono alti ed funzionali oltre che con una sana e naturale alimentazione, anche con altri importanti elementi, quali le convinzioni, i pensieri positivi, la postura, il movimento e il riposo. Solo con la giusta energia i nostri organi possono lavorare al meglio, mettendo in atto meccanismi efficienti di eliminazione delle tossine che si sviluppano nel nostro organismo, tossine che sono causa di malattie più o meno gravi che possono nel tempo, se non contrastate, cronicizzarsi mettendo a serio rischio il nostro benessere e la nostra sopravvivenza.

In questo contesto si inserisce il crudismo, non solo come sistema alimentare, ma come stile di vita che ha a che fare con tanti aspetti del nostro esistere, perchè scegliere e fare propria la dieta crudista significa fare una scelta attiva finalizzata a migliorare non solo la nostra vita, ma quella dell'intera società.

I crudisti non si fanno mancare il meglio che la natura può offrire: frutta, verdure, noci, semi, germogli coltivati in maniera biologica ed ecosostenibile. La frutta e la verdura dunque rappresentano la parte principale del sistema alimentare di un crudista.

Potrà non essere semplice all'inizio abbandonare vecchie abitudini alimentari e sistemi mentali anche se dannosi, per questo il passaggio non può essere improvviso e radicale. Per apprezzare sempre più la cucina crudista dovremo abituare il palato ad apprezzare il sapore vivo della natura. Il problema sta proprio nella percezione del sapore. Il nostro gusto è viziato da anni e anni di cibi e condimenti cotti, mentre il palato di un crudista è maggiormente sensibile alle sfumature del gusto. Dovremo pertanto stimolare gradualmente il nostro gusto nella sua capacità di assorbire sapori nuovi. Il gusto è un senso che non va mortificato ma semplicemente rieducato.

Scegliere lo stile di vita vegan-crudista migliora noi stessi e comporta innumerevoli benefici anche per la società, perchè scegliere di non consumare cibi di origine animale, industriali/spazzatura, elaborati artificialmente vuol dire sprecare meno risorse del pianeta, produrre meno rifiuti solidi di imballaggio, contribuire nel ridurre la sofferenza inflitta agli animali e opporsi attivamente alla mentalità consumistica.

Vivere in un corpo disintossicato e rigenerato significa avere il massimo riguardo verso noi stessi, i nostri affetti e la società in cui viviamo. Una società in salute non può che essere una società produttiva e felice.

Tratto dal libro "MANUALE DI CUCINA BIOEVOLUTIVA. Benefici e Tecniche di Crudismo, Igienismo e Fruttarismo" di Elisa Averna. Per ulteriori informazioni sul libro clicca qui

Cosa ne pensi? Scrivilo qui, grazie

L'indirizzo email non verrà pubblicato

Cosa ne penso



Articoli in evidenza

Categorie